Scopri tutte le offerte luce e gas

Ultime news

Superbonus, le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Con circolare n. 24 dell’8 agosto l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per usufruire al Superbonus del 110% introdotto … Scopri di più

TARIFFE MERCATO TUTELATO IN DISCESA IL GAS METANO MENTRE LA LUCE IN AUMENTIO DEL 3,3%

ARERA: i prezzi del mercato tutelato Dopo i forti ribassi del secondo trimestre (-18,3% l’elettricità e -13,5% il gas), nel … Scopri di più

Ecco perché sono convenienti le offerte indicizzate

Secondo quanto stimato da ARERA (l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente), il ribasso complessivo in bolletta per il … Scopri di più

Downloads

Modulo reclamo

FAQ - Luce e Gas

Perché conviene attivare la propria fornitura con 3C?

3C è sinonimo di risparmio sui costi di luce e gas, varietà di offerte commerciali, trasparenza nei contratti e in fattura, reperibilità diretta e servizi ad alto valore aggiunto, che ci rendono una società facilmente fruibile e una scelta vantaggiosa.

È facile passare a 3C? Devo sostenere dei costi?

Passare a 3C è facile e gratuito. Basterà sottoscrivere il contratto poi procederemo inviando noi il recesso al vecchio fornitore e seguendo tutte le pratiche necessarie ad attivare la nuova fornitura. Non ci sarà nessun costo di attivazione, nessun intervento sugli impianti e sui contatori.

Se devo attivare una nuova fornitura con contatore già esistente come procedo?

Si tratta di un’attivazione su preposato. Basterà compilare il modulo apposito e provvederemo a fare la richiesta sul portale del Distributore che procederà entro 5 giorni lavorativi.

Se, invece, devo attivare una nuova fornitura e non ho il contatore?

Si tratta di una richiesta di nuovo allaccio. Basterà compilare il modulo apposito ed un incaricato provvederà ad emettervi il preventivo di spesa con le tariffe stabilite dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas. I tempi di esecuzione lavori variano a seconda che si tratti di un lavoro semplice (5/15 giorni lavorativi) o complesso (60/90 giorni lavorativi).

Se devo attivare un contatore sigillato?

Si tratta di una richiesta di subentro. Basterà compilare il modulo apposito e provvederemo a fare la richiesta sul portale del Distributore che procederà entro 5 giorni lavorativi.

Se il contatore è già fornito da 3C posso subentrare?

Si tratta di una richiesta di voltura, ovvero il cambio di intestazione del punto di fornitura. Basterà compilare il modulo apposito e provvederemo a fare la richiesta sul portale del Distributore che procederà entro 5 giorni lavorativi.

Come posso determinare la tariffa più conveniente per le mie esigenze?

Per scegliere la tariffa a me più conveniente devo valutare quanto consumo e in quali fasce orarie.

Cosa sono le fasce di consumo?

Vengono indicate con F1, F2, F3 e corrispondono alle fasce orarie in cui vengono suddivise le 24 ore in base ai consumi di energia. La domanda di elettricità, infatti, cambia durante il corso della giornata influenzando in maniera proporzionale il prezzo di acquisto all’ingrosso e, quindi, i costi per i clienti.

Mi conviene un’Offerta Monoraria o un’Offerta per Fasce?

Se i tuoi consumi sono distribuiti in maniera uniforme nel corso della giornata ti conviene un’Offerta Monoraria; se invece sono concentrati in una o due fasce di consumo è meglio un’Offerta per Fasce.

È meglio un’Offerta a Prezzo fisso o a Prezzo Indicizzato?

Se vuoi optare per un’Offerta a Prezzo Fisso avrai la certezza di un prezzo che non cambierà per tutta la durata del contratto; in caso di Offerta con Prezzo Indicizzato esso sarà legato a un indice che varia secondo l’andamento dei mercati energetici, si corre il rischio di pagare un po’ di più se il prezzo sale avendo però l’opportunità di risparmiare se il prezzo scende.

Quali sono le voci presenti in fattura?

Le voci di spesa che il cliente si troverà nella fattura di Energia Elettrica sono:SERVIZI DI VENDITA: comprendono il prezzo dell’energia, le attività svolte dal fornitore per acquistare e rivendere l’energia elettrica ai clienti e il costo di dispacciamento.SERVIZI DI RETE: comprendono gli oneri di sistema e le attività di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione nazionale, di distribuzione locale e di gestione del contatore. Si paga una tariffa decisa dall’Autorità.IMPOSTE: sono l’imposta sul consumo (accisa) e l’imposta sul valore aggiunto (IVA).Le voci di spesa che il cliente si troverà nella fattura di Gas Naturale sono:SERVIZI DI VENDITA: comprendono il prezzo del gas consumato e le attività svolte dal fornitore per l’acquisto e la commercializzazione della materia prima.SERVIZI DI RETE: comprendono il trasporto, lo stoccaggio, la distribuzione e la gestione del contatore.IMPOSTE: sono l’imposta sul consumo (accisa) e l’imposta sul valore aggiunto (IVA).

Quali sono le modalità di pagamento che posso utilizzare?

Puoi verificare sul lato fronte della fattura la modalità di pagamento attualmente attiva sulla tua fornitura. In caso di pagamento tramite bonifico ti chiediamo di prestare attenzione alla data di scadenza per evitare l’applicazione di interessi di mora. L’IBAN su cui effettuare il bonifico è indicato sul fronte della fattura. Nel caso voglia attivare la domiciliazione bancaria puoi contattarci al numero 0432 703341.

Posso scegliere di ricevere la fattura via e-mail?

Sì, al momento della sottoscrizione del contratto puoi scegliere il recapito fatture via e-mail o cartaceo o entrambe.Ti invitiamo a considerare la spedizione via e-mail per aiutarci a salvaguardare l’ambiente.

Se ho necessità di modificare i miei dati bancari come procedo?

Puoi richiedere e compilare l’apposito modulo che andrà inviato a 3C tramite fax o e-mail.

Come posso fare se ho necessità di un aumento o diminuzione di potenza?

L’aumento o la diminuzione di potenza può essere richiesta mediante modulo apposito, al quale seguirà un preventivo di spesa con le tariffe stabilite dall’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas.

Che cos’è il Bonus Sociale?

Il Bonus Sociale è uno strumento introdotto dal Governo che permette alle famiglie con bassi redditi o alle famiglie con persone che versano in gravi condizioni di salute, di ottenere un risparmio direttamente in bolletta sulla spesa annua per energia elettrica e/o per gas naturale. Il Bonus elettrico si riferisce alla fornitura di energia elettrica e vi possono accedere i Clienti Domestici (le famiglie) che versano in condizione di disagio economico e/o di disagio fisico. Il Bonus gas si riferisce alla fornitura di gas naturale e possono accedervi i Clienti Domestici (le famiglie) che versano in condizione di disagio economico. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente e/o chiamare il numero verde 800 166 654 o il sito www.bonusenergia.anci.it.

Come si richiede il Bonus Sociale?

Il Bonus Sociale si richiede presentando la richiesta completa dei dati relativi alla propria fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale (reperibili su ogni bolletta) e alla composizione del nucleo familiare, presso il proprio Comune di residenza (o presso altro istituto da questi designato, ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF), utilizzando gli appositi moduli reperibili presso i Comuni, sul sito www.sgate.anci.it e sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente. Nel caso di Bonus elettrico e/o Bonus gas per disagio economico è necessario allegare alla domanda l’attestazione del valore ISEE*. Nel caso di beneficiari o anche di componente del nucleo familiare beneficiario del Reddito / Pensione di Cittadinanza (RdC / PdC), è necessario indicare il protocollo Rdc/Pdc e la data inizio validità. (*Indicatore di Situazione Economica Equivalente che misura la condizione economica delle famiglie). Nel caso di Bonus elettrico per disagio fisico è necessario allegare alla domanda la certificazione ASL ai sensi del Decreto interministeriale 28 dicembre 2007 e del Decreto Ministeriale 13 gennaio 2011.

Chi deve pagare il canone Rai?

ll canone verrà addebitato a tutti i Clienti con utenza di energia elettrica ad uso domestico nel luogo in cui si ha la residenza anagrafica. Dovranno pagare il canone tutti coloro che possiedono, nel luogo della propria residenza, un apparecchio atto o adattabile alle ricezione delle trasmissioni televisive Per saperne di più sulla tipologia di apparecchi soggetta al pagamento del canone vai al sito della RAI. Se non hai un apparecchio, è necessario redigere una dichiarazione (reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate), che ha validità annuale, da inviare solamente all’Agenzia delle Entrate. SOSPENSIONE PER ZONE TERREMOTATE In base alla legge n° 229 del 15 dicembre 2016, comma 10, ha previsto la proroga della sospensione della riscossione del Canone TV fino al 30 settembre 2017.

Contattaci

Copyright © 2020 3C Compagnia Commercio Combustibili s.a.s. di Mugherli s.r.l. – Informativa Privacy - Informativa Cookie - Credits