X Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Accetto
Home > Divisione Ecologia
Richiedi Informazioni
Acconsento al trattamento dei dati personali Privacy Policy

Collaudo di tenuta serbatoi

3C collauda la tenuta dei vostri serbatoi con controllo SDT a ultrasuoni e pressatura con azoto

State cercando un partner competente in Friuli Venezia Giulia per il Collaudo di tenuta serbatoi con controllo SDT e pressatura con azoto? Affidatevi a 3C Compagnia Commercio Combustibili per un collaudo preciso, qualificato, certificato, sicuro.

Le procedure che applichiamo per il collaudo dei serbatoi sono due:

  1. CONTROLLO SDT A ULTRASUONI
    L'utilizzo del SISTEMA NON DISTRUTTIVO SDT, progettato e messo a punto da SDT Italia con anni di esperienza nell'ambito delle prove dirette, ci consente di verificare contemporaneamente con una sola prova l'eventuale presenza di perdite del serbatoio. In questo modo è possibile verificare anche il tipo di perdita a cui è soggetto il serbatoio. Le perdite possono dare origine a:

    Uscita dal serbatoio del liquido contenuto
    In questo caso, l’obiettivo è innanzitutto quello di tutelare l'ambiente da potenziali inquinamenti. Il TankTest System è leader per qualità ed attendibilità della prova in quanto esso rimuove momentaneamente eventuali materiali che si fossero addensati nel buco del serbatoio, nascondendo la falla, ed effettua la prova con la massima sensibilità operativa.

    Entrata di agenti che possono deteriorare il liquido contenuto (aria, acqua,..)
    Applicando una piccola depressione controllata al serbatoio, si provoca una differenza di pressione con l'esterno in prossimità di un’eventuale infiltrazione, per cui anche se la fessura fosse microscopica, si ha trafilamento, laminazione o bollicine e quindi attrito e generazione di ultrasuoni rilevabili.

    Si noti che la prova può essere effettuata qualunque sia la situazione di carico del serbatoio. Quindi, sia a serbatoio vuoto che pieno, è possibile individuare e distinguere le seguenti tipologie di perdite:
    
Perdite sul passo d'uomo (molto pericolose nel caso di piogge abbondanti che possono intasare e riempire il pozzetto). Si presentano i seguenti casi:

    - Trafilamenti lungo la guarnizione.
    - Perdite lungo le condutture connesse al coperchio del passo d'uomo.
    - Perdita lungo la presa d'aria, anche se essa non sfocia sul passo d'uomo.
    - Perdite sul fondo del serbatoio o sulle pareti sommerse dal liquido
    - Perdite sul cielo del serbatoio o sulle pareti emergenti dal liquido.

    Sommando i tempi di preparazione, di prova e di dismissione e rimozione delle apparecchiature, si può affermare che in meno di un’ora è possibile testare e certificare qualsiasi serbatoio interrato, con il nostro sistema approvato da UNICHIM.

    Lo strumento è certificato secondo la norma E.P.A. 530 UST 90/005, 1990 attestato dal KWA di MO (USA) con rapporto del 30/12/1995, e ha inoltre ottenuto la certificazione Belga del Lloyd's Register of Shipping con rapporti VZW420264 e VZW520055.
    
Il sistema è stato visionato anche dal Servizio Tecnico Centrale dell'Ispettorato Attività e Normative Speciali di Prevenzione Incendi del Ministero dell'Interno "Direzione Generale della Protezione Civile e del Servizio Antincendio" che ha attestato la validità del test come "prova di rispondenza funzionale".

  2. PRESSATURA CON AZOTO
    Per poter procedere con questa seconda procedura è necessario che i serbatoi siano vuoti evitando in tal modo, nel caso esistano fori o perdite, l’inquinamento della superficie circostante. Il collaudo a tenuta delle cisterne interrate si effettua nel modo seguente:

    1. Il coperchio del passo d’uomo viene reso ermetico con il montaggio di flange cieche al posto delle esistenti apparecchiature e viene installato un manometro a bagno di glicerina (montato sul coperchio per l’occasione). Il manometro viene certificato annualmente da un ente di taratura.

DIVISIONE ECOLOGIA
Cividale del Friuli
Tel. 0432 701862
Fax. 0432 703558
Num. verde 800 914327
E-mail: ecologia@3c-srl.it

Pordenone
Tel. 0434 1702084
Fax. 0434 1702085
E-mail: infopn@3c-srl.it